13 min read

Confezionatrice Manuale Vs. Semi-Automatica Vs. Automatica Vs. Completamente automatica: Qual è la migliore?

Featured Image

Il mercato odierno delle confezioni in cartone richiede sempre più personalizzazione con tirature più brevi e scatole dalle forme tanto diverse quanto varie.

Questo richiede non solo piega-incolla sempre più flessibili, ma anche confezionatrici più versatili che possano essere integrate su queste macchine ed essere sufficientemente adattabili per soddisfare le complesse esigenze del mercato.

"Una confezionatrice può effettivamente aumentare la produttività della mia piega-incollatrice?"

"Esiste un confronto imparziale tra le diverse confezionatrici?" 

"Come faccio a sapere quale confezionatrice è quella giusta per me?"

In qualità di produttori e installatori di attrezzature e periferiche per il confezionamento, queste domande ci vengono poste di continuo.

Questo articolo è il mio tentativo di fornire un confronto chiaro, imparziale e oggettivo tra le 4 categorie di confezionatrici ed evidenziare le vere differenze senza nascondere nulla.

Il mio approccio sarà diretto: Definirò ogni categoria, elencherò i pro e i contro di ciascuna, confronterò le 4 categorie e poi farò marcia indietro in modo che possiate prendere la vostra decisione.

Qual è la differenza tra le confezionatrici manuali, semi-automatiche, automatiche e completamente automatiche?

Prima di definire ogni categoria, è importante menzionare che queste sono le nostre definizioni e non quelle del dizionario. Ogni categoria di automazione consiste in un'ampia gamma di sistemi di confezionamento con diverse caratteristiche, vantaggi e capacità.

Tuttavia, queste definizioni sono informalmente accolte come lo standard del settore e la maggior parte delle soluzioni sul mercato rientrano perfettamente in una di queste 4 categorie.

1. Confezionamento manuale: Il processo di confezionamento manuale è il livello più basso di automazione e di solito è il punto di partenza di un'operazione. È il metodo di confezionamento tradizionale in cui l'intero processo di confezionamento è fatto manualmente. Non c'è automazione e non c'è gestione delle casse. Il sistema di confezionamento più comune nella categoria manuale è un aiuto al processo di confezionamento tradizionale, come i molti tavoli di raccolta popolari che esistono sul mercato.

Il tavolo di raccolta di IMPACK rappresenta la "postazione di aiuto al confezionamento". 

2. Confezionamento semi-automatico: Il processo di confezionamento semi-automatizzato è quello che include almeno una funzione automatizzata.

Per esempio, l'Ergosa di IMPACK è una delle uniche confezionatrici semi-automatiche sul mercato. La confezionatrice Ergosa è semi-automatica perché include un processo di gestione automatizzata delle casse.

3. Confezionamento automatizzato: Il processo di confezionamento automatizzato è quello in cui la macchina diventa il fattore chiave del processo di confezionamento e l'operatore si limita a svolgere compiti di fondo come l'alimentazione della confezionatrice con casse vuote o la gestione delle casse piene.

La confezionatrice automatica di IMPACK è la " Virtuo ".

4. Confezionamento completamente automatico: Di tutte e 4 le categorie, il processo di confezionamento completamente automatizzato è il più alto livello possibile di automazione. L'intero processo di confezionamento qui viene gestito automaticamente senza richiedere la presenza di un operatore (o di qualsiasi altro essere umano) durante il funzionamento. L'operatore è coinvolto solo nelle fasi di preparazione/impostazione.

La confezionatrice completamente automatica di IMPACK è la "Virtuo + ACF", ed è l'unica confezionatrice completamente automatica al 100% che esiste sul mercato sia per il cartone ondulato che per il cartone.

Se vuoi una spiegazione più approfondita dei 4 diversi livelli di automazione, il nostro articolo "Qual è la differenza tra confezionatrici manuali, semi-automatiche, automatiche e completamente automatiche?" approfondisce questi 4 livelli di automazione e descrive esplicitamente come si differenziano tra loro!

Pro e contro del confezionamento manuale

Packing Help Stations

Il tavolo di raccolta di IMPACK: La stazione di aiuto per l'imballaggio. Le tabelle di raccolta servono come un aiuto per l'imballaggio al tradizionale processo di imballaggio manuale.

Pro del confezionamento manuale (tavoli di raccolta):

  • Ha il setup più rapido e semplice di tutte le soluzioni di automazione con un tempo di allestimento praticamente nullo.
  • Permette di rallentare la squama di scatole alla minima velocità possibile massimizzandone la compressione.
  • Facilita il processo di confezionamento servendo come "aiuto per il confezionamento" per la persona o le persone che lavorano.
  • Facilmente spostabile perché la maggior parte dei tavoli da raccolta sono su ruote.
  • Dà la possibilità di disporre o collocare scatole che sono già girate di 90°.

 Contro del confezionamento manuale (tavoli di raccolta):

  • Anche se molte aziende le chiamano confezionatrici ad angolo retto, i tavoli di raccolta sono solo dei box turner che presentano/orientano meglio le scatole per gli addetti al confezionamento per facilitarne il processo.
  • Proprio come il tradizionale processo manuale, dovete ancora imballare le vostre scatole a mano e provvedere voi stessi alla chiusura dei lembi delle scatole, alla nastratura e all'espulsione. Il processo di confezionamento è ancora un lavoro completamente manuale senza la gestione delle casse.  
  • Comporta uno sforzo fisico elevato perché il personale addetto al confezionamento deve sollevare carichi di scatole  (circa 3-5 tonnellate di materiale di cartone per turno).
  • La velocità del trasportatore di accumulo non è sempre sincronizzata con il nastro di compressione della piega-incolla.
  • Non c'è gestione delle casse.
  • Velocità più lenta dato che non è presente una gestione ed automazione delle casse. Si possono sollevare fisicamente meno scatole con le mani e quindi si è più lenti.
  • È disponibile solo 1 modalità di confezionamento.
  • Non è possibile scegliere il modo in cui girare le scatole (a sinistra o a destra). È fisso.
  • Non c'è la modalità "Straight through" (cioè dritto,quando non è necessario girare di 90° a sinistra o 90° a destra).
  • Non personalizzabile secondo le vostre necessità o vincoli di produzione.
  • Vantaggi ergonomici limitati.
  • Incrementi di produttività limitati dal 10 al 25%.

Pro e contro delle confezionatrici semi-automatiche 

erg A vs erg C-2

IMPACK’s semi-automatic packer: The Ergosa series with its two versions - the Ergosa A and the Ergosa C. The Ergosa is one of the only semi-automatic packers on the market.

Pro delle confezionatrici semi-automatiche:

Nota bene: poiché sul mercato non esiste quasi nessuna confezionatrice nota che rientri nella categoria di confezionatrici semi-automatiche abbiamo basato questi "pro" sulla nostra confezionatrice semiautomatica: la Ergosa.

  • Installazione e setup facili e veloci: Proprio come i tavoli di raccolta nella categoria di confezionamento manuale, le confezionatrici semi-automatiche come la nostra serie Ergosa hanno tempi di installazione brevi (5 minuti).
  • Il suo alto livello di versatilità e modularità vi permette di configurare la macchina su misura e di aumentare il vostro livello di automazione aggiungendo e togliendo diverse modalità/opzioni.
  • Una maggiore flessibilità e capacità di controllo della qualità offrono al vostro personale un facile accesso per regolazioni, controlli di qualità e correzioni senza interrompere i vostri processi produttivi.
  • Offre la possibilità di gestire un'intera fila di scatole in un unico movimento invece che per piccoli lotti limitati come con i tavoli di raccolta (confezionamento manuale).
  • Include la gestione automatica delle casse.
  • Può far passare qualsiasi scatola che esce della  piega-incolla.
  • Offre 3 modalità di confezionamento principali con diversi moduli aggiuntivi opzionali. Per esempio, la nostra confezionatrice Ergosa offre la "Modalità orizzontale" principalmente per le scatole lineari e quelle a 4/6 angoli, la "Modalità verticale" per grandi scatole a 4/6 angoli, la "Modalità Pick & Place" per scatole a fondo automatico, la "Modalità tray holder" per scatole molto piccole, versioni adattate della modalità verticale per macchine reggiatrici o fasciatrici, "Case Splitter" per file pesanti, ecc.
  • Possibilità di aggiornamento (aggiungere/rimuovere qualsiasi modalità e(o) opzioni) per espandere ulteriormente la portata della vostra automazione.
  • Rallenta la squama di scatole alla minima velocità possibile.
  • Posiziona le scatole già girate a 90° (quando necessario).
  • Possibilità di avere un box turner che permette di scegliere da che parte girare le scatole (sinistra o destra).
  • Offre un'opzione "modalità dritta" quando non è necessario girare a 90° a sinistra o a destra.
  • Personalizzabile secondo le vostre realtà e vincoli di produzione.
  • La maggior parte delle confezionatrici semi-automatiche sono su ruote e quindi facilmente trasportabili.
  • Offre sostanziali vantaggi ergonomici.
  • Offre sostanziali incrementi di produttività dal 5 al 100%.

 🔎 Correlato: Quali sono le principali modalità di confezionamento di una Ergosa e quali vantaggi offre?

Contro delle confezionatrici semi-automatiche: 

  • Generalmente più costosa dei tavoli di raccolta (confezionamento manuale).
  • Richiede più formazione e più tempo per imparare.
  • Il tempo di messa a punto è più lungo quando si passa da una modalità di confezionamento all'altra.
  • Non il massimo della velocità: Con le confezionatrici semiautomatiche, il compromesso predefinito è la prestazione per la versatilità. Il vantaggio del facile accesso e la capacità di eseguire regolazioni/controlli di qualità riducono anche la velocità.
  • Richiede ancora la supervisione umana: Se si opera in un'area dove c'è carenza di manodopera o dove i salari sono in aumento, questa opzione potrebbe non valere il ritorno economico.
  • La produttività può variare in base al vostro mix di prodotti, al tipo di produzione, alla configurazione della scatola, ai metodi di lavoro e ai flussi di lavoro esistenti intorno alla vostra macchina.
  • Richiede un dispositivo di marcatura come OBP o OBS per marcare il cartone del kicker.
  • Di solito richiede un ingombro maggiore rispetto ai tavoli di raccolta (confezionamento manuale)

Video della nostra confezionatrice semi-automatica: 
Qui sotto c'è un video della nostra confezionatrice semi-automatica, la Ergosa C, in azione nello stabilimento di un cliente!

La confezionatrice semiautomatica della IMPACK, la Ergosa C, dal vivo in azione nello stabilimento di un cliente.

Pro e contro delle confezionatrici automatiche

Virtuo-2

La confezionatrice automatica di IMPACK: il Virtuo - una confezionatrice automatica ad alte prestazioni con piega-incolla, e una delle uniche confezionatrici sul mercato che può gestire sia il cartone che il cartone ondulato.

Pro delle confezionatrici automatici:

  • Massima velocità: con le confezionatrici automatiche, aumentare la velocità è l'obiettivo e la velocità può essere influenzata solo dalla macchina stessa, dato che gli esseri umani sono ora limitati a compiti in secondo piano e non possono costituire un collo di bottiglia.
  • L'ergonomia non è più un problema: Questo perché i compiti svolti dall'operatore non sono ergonomicamente impegnativi in quanto l'operatore è limitato a compiti in secondo piano, come l'alimentazione della macchina con casse vuote o la gestione di casse piene.

Contro delle confezionatrici automatici:

  • Le confezionatrici automatiche costano più delle semi-automatiche.
  • I tempi di allestimento sono generalmente più lunghi e più impegnativi delle confezionatrici semiautomatiche.
  • La maggior parte sono fisse o, se su ruote, sono più difficili da spostare.
  • Meno versatili perché sono dedicate a tipi di produzione specifici.
  • L'operatore fa ancora parte del personale: Anche se il loro coinvolgimento è limitato, l'operatore è ancora lì, e lavora duramente, sia per ragioni di efficienza che di ergonomia. Gli esseri umani sono ancora parte del processo automatico.

Video della nostra imballatrice automatica: 

Il video qui sotto dimostra la nostra imballatrice Virtuo in azione da diverse angolazioni!

La confezionatrice automatica della IMPACK, la Virtuo, mostrata in azione nell'impianto di un cliente.

Pro e contro delle confezionatrici completamente automatiche

Virtuo + ACF

La confezionatrice completamente automatica di IMPACK: la Virtuo Packer + Automatic Case Feeder (ACF) - l'unica confezionatrice piegatrice-incollatrice completamente automatica al 100% che esiste sul mercato sia per il cartone ondulato che per il cartone.

Pro delle confezionatrici completamente automatiche:

  • Alta velocità di produzione: Le confezionatrici completamente automatiche possono essere perfette se l'estrema produttività è una necessità, sia a causa dell'aumento della domanda che della carenza di manodopera.
  • Nessun uomo coinvolto: Passare alla modalità completamente automatica significa che la macchina può posizionare le casse vuote da sola, poi prendere le casse riempite e sigillarle in modo completamente automatico. L'operatore è coinvolto solo durante le impostazioni e le regolazioni.
  • Perfetta per le aziende posizionate in aree con salari della manodopera in aumento.
  • Offre una produttività costante: Le confezionatrici completamente automatiche operano 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Nessuna pausa, nessuna vacanza.
  • Gli operatori possono concentrarsi su attività a più alto valore aggiunto.
  • I dipendenti non sono più sottoposti a un alto livello di lavoro manuale e a un ambiente che porta a lesioni da sforzo ripetitivo come con i tavoli di raccolta. Questo si traduce quindi in meno assenze dovute a problemi di salute.

Contro delle confezionatrici completamente automatiche: 

  • Più costosa e complessa da installare: Richiede più preparazione, conoscenze tecniche più approfondite.
  • Più costosa: Il passaggio da un processo automatico a uno completamente automatico può comportare un aumento esponenziale dei costi perché un umano può sempre fare cose che una macchina non può fare, o può farlo ma a un costo drasticamente più alto.
  • Focalizzata su compiti dedicati: Lo scopo deve essere chiaramente definito, sempre lo stesso, mai cambiato e sempre preciso. Le confezionatrici completamente automatiche sono dedicate a produzioni specifiche e non perdonano gli errori nei processi circostanti (piega-incollatrice e incartonatrice per esempio).
  • Richiede un ingombro maggiore e l'installazione di una zona di protezione: Una confezionatrice completamente automatica ha bisogno di una superficie maggiore e di severe misure di sicurezza. Più specificamente, quando sono coinvolti i robot, è necessario limitare l'accesso alle macchine operatrici.
  • Diventare completamente automatici non significa essere più veloci: In un processo completamente automatico, si sta automatizzando l'operatore che semplicemente metteva le casse vuote nella macchina durante un processo automatico. Quindi, questo operatore non è mai stato un collo di bottiglia, e quindi automatizzare questo umano che non ti farà andare più veloce.

Come si confrontano i 4 livelli di automazione?

Per semplificare il confronto delle 4 categorie di automazione, abbiamo valutato ogni categoria su una scala da 1 a 5 in base a 5 criteri chiave.

Questi 5 criteri sono stati selezionati come "fondamentali" sulla base dei nostri dati che mostrano che questi sono i 5 fattori decisivi principali su cui i clienti si concentrano quando scelgono una confezionatrice.

Poiché ogni categoria include soluzioni distinte di vari livelli (o intervalli) di automazione, la maggior parte delle categorie sono anche classificate in fasce. Per esempio, 1-2, 2-4, 3-4, ecc. con 5 che è il punteggio più alto in ogni categoria. 

 

Manuale

Semi-automatica

Automtica

Completamente automatica

Valutazione(1-5)

Prezzo

1-2

2-4

3-4

5

5 significa il più costosa

Ergonomia

1-2

2-4

4-5

N/A

5 significa più ergonomica

Versalità

3-5

3-5

2

1

5 significa la più versatile

Performance

1

2-4

4-5

4-5

5 significa con le migliori performance

Manutenzione

1-2

1-3

3-4

4-5

5 significa che ha bisogno di più manutenzione

    1. Prezzo

Il prezzo segue naturalmente la complessità. In altre parole, più si sale verso la completa automazione, più la soluzione sarà costosa.

È importante che sappiate che questa tabella di confronto non riflette il fatto che passare da un processo automatico a uno completamente automatico potrebbe a volte aumentare drasticamente il costo.

Non lasciate che quei video impressionanti sulle confezionatrici completamente automatiche offuschino la vostra valutazione delle opzioni quando prendete una decisione su una confezionatrice. Tenete sempre a mente il vostro ROI come primo e principale fattore decisivo nella scelta della confezionatrice più adatta a voi.

A meno che il tuo obiettivo non sia quello di avere la macchina più **bella** sul campo, ovviamente 😎!

 🔎 Correlato: Quanto costa una confezionatrice?

    2. Ergonomia

Il processo di confezionamento manuale non offre molti, se non nessun, vantaggi ergonomici.

Tutto il sollevamento delle scatole e lo stress delle articolazioni portano a lesioni ed è molto comunemente la preoccupazione principale in alcuni dei progetti su cui lavoriamo con i clienti. Scegliere il percorso semi-automatizzato aumenterà significativamente l'ergonomia del vostro processo di confezionamento.

"E un processo automatico?"

Beh, dato che il lavoro coinvolto non è di solito molto laborioso, il processo automatico è la soluzione più ergonomica.

E nel processo completamente automatico, l'ergonomia è semplicemente irrilevante! Non ci sono esseri umani coinvolti. La macchina fa tutto il lavoro al posto vostro.

     3. Versatilità

I tavoli di raccolta (confezionamento manuale) e le confezionatrici semi-automatiche sono senza dubbio le più versatili.

Ma il loro livello di versatilità dipende dalle tecnicità del processo e dalle specifiche della macchina offerta dal produttore della confezionatrice.

Alcune macchine, per esempio, sono semplicemente incapaci di elaborare una squama understack (sotto pila) di 4 angoli o di lavorare con scatole a fondo automatico. D'altra parte, altre possono lavorare praticamente qualsiasi cosa gli si proponga!

Quando si tratta di confezionatrici automatiche e completamente automatiche, inevitabilmente si sacrifica la versatilità in nome delle prestazioni. È il naturale compromesso dell'automazione.

Questo perché questi tipi di confezionatrici richiedono un controllo perfetto della vostra piega-incollatrice e non tollerano problemi di qualità, aggiustamenti, correzioni o qualsiasi modifica minima.

    4. Performance  

Un punto critico da riconoscere è che una confezionatrice semi-automatica ben ottimizzata può facilmente raggiungere le prestazioni di una confezionatrice automatica pur mantenendo la versatilità di una confezionatrice semi-automatica.

In altre parole, non si può avere la versatilità di una confezionatrice semi-automatica con una confezionatrice automatica, ma si può raggiungere la performance di una confezionatrice automatica con una confezionatrice semi-automatica.

Questo spiega perché dedichiamo molto tempo e ricerca e sviluppo allo sviluppo della nostra confezionatrice semi-automatica, la Ergosa.

Per quanto riguarda una confezionatrice completamente automatica, non vi darà automaticamente più prestazioni e certamente non una maggiore velocità.

Infatti, il ROI è completamente incentrato sulla riduzione del lavoro in un processo completamente automatico.

    5. Manutenzione

Più si avanza verso la completa automazione, più si deve considerare la manutenzione come un requisito per sostenere, e migliorare costantemente, la produttività della vostra piega-incolla.

Tutte le macchine prima o poi si guastano, si rompono o riscontrano dei problemi. Questo è comune e va bene. Ciò che conta veramente è quello che un'azienda può fare per ripararli e mantenerli.

Avere un piano di manutenzione adeguato è cruciale per aiutarvi a ottenere il massimo rendimento dalla vostra confezionatrice ed evitare i 4 principali problemi che possono accadere durante il funzionamento di una confezionatrice

Detto questo, la manutenzione è anche più costosa per le confezionatrici automatiche e completamente automatiche e richiederà più tempo e competenze tecniche/digitali

Scegliere la confezionatrice migliore per voi:

Engineer talking with businessman

“Allora, quale confezionatrice è la migliore per me?”

In definitiva, tutto dipende da ciò che funziona meglio per la vostra produzione, i vostri bisogni e il budget della vostra azienda.

Ma non voglio abbandonarvi qui.

Per aiutarvi ad avere un'idea migliore di quale confezionatrice sia quella giusta per voi, fatevi le seguenti 6 principali domande e annotate le vostre risposte.

Pronto? Okay:

  1. Producete scatole più piccole, medie o grandi?
  2. Producete scatole multiformato o scatole a una fila e uno strato?
  3. Quali sono le macchine che avete già? (e quante?)
  4. I controlli di qualità e le regolazioni regolari sono importanti per voi?
  5. Una produzione ininterrotta e ad alta velocità è la vostra priorità numero 1?
  6. Qual è la vostra visione: Dove volete andare?

Le vostre risposte a queste 6 domande saranno il vostro trampolino di lancio per scegliere la migliore confezionatrice di per la vostra produzione.

Avete un'idea migliore di quale confezionatrice sia migliore per la vostra azienda?

Ora che abbiamo confrontato i 4 diversi tipi di confezionatrici, vi consiglio vivamente di controllare ciò che segue:
  1. Confronto tra i tavoli di Raccolta Vs. la confezionatrice Ergosa per scoprire cosa è meglio per la produzione della vostra azienda.
  2. Confronto tra le 3 confezionatrici IMPACK in questo confronto faccia a faccia: Ergosa Vs. Virtuo Vs. Everio - Qual è la migliore confezionatrice?
  3. Scoprite come decidere quale confezionatrice è quella giusta per voi?