5 min read

Box Marche riduce al minimo lo sforzo fisico con le confezionatrici Impack

Featured Image

Alleggerimento del carico.

Parlando dei piani di investimento precedenti e attuali, Tonino Dominici, CEO di Box Marche, spiega: "Vogliamo che le nostre azioni e le nostre soluzioni di packaging creino valore aggiunto per tutti". Fondata nel 1969 e con sede a Corinaldo, centro/est d'Italia, Dominici vede la sua azienda come il fulcro di una comunità che non ha in mente solo i propri interessi. Infatti, il produttore di imballaggi è noto per il suo impegno nei programmi sociali di Ancona e delle province limitrofe. Inoltre, l'azienda non si limita a parlare di questioni come il benessere dei dipendenti e la stretta collaborazione con clienti e fornitori, ma fa qualcosa per loro.

"I nostri dipendenti hanno il diritto di lavorare in un ambiente privo di stress, con il minor sforzo fisico possibile. Per fare ciò, abbiamo installato un Ergosa C Universal Packer e un Virtuo Packer automatizzato della ditta canadese IMPACK sulle nostre due linee di piega-incolla nel 2008", spiega Dominici. Ora che sono in funzione, nessuno alla Box Marche deve più sollevare pesanti pile di scatole. "Oltre a questo, ora possiamo sfruttare meglio la produttività delle nostre linee di piega-incolla. Possono funzionare ad un ritmo più veloce e il nostro team può produrre più scatole nello stesso tempo con meno sforzo".

 

Tonino Dominici explains to Marie-Soleil Boutet from IMPACK the design of the banderoles for cookware. Tonino Dominici spiega a Marie-Soleil Boutet di IMPACK il design delle fascette per pentole.

Mentre descrive i vantaggi, Dominici ci mostra dei campioni di fascette protettivi per pentole. Box Marche produce questo speciale tipo di imballaggio per un cliente regionale utilizzando una piega-incolla con l’Ergosa C in uscita. "Non credo ci sia nessun'altra macchina confezionatrice in giro che possa gestire imballaggi come questo", dice, elogiando la versatilità di questo sistema configurabile. Compatibile con tutte le piega-incolla, l’Ergosa è stata sviluppata da IMPACK per il confezionamento di scatole di piccole e medie dimensioni in cartone teso e cartone ondulato. Di solito lavora scatole lineare, e 4/6 angoli, ma a Box Marche accetta anche formati speciali, come le fascette protettivi per pentole.

Il modello Ergosa C combina il confezionamento semiautomatico con quello automatico. È dotato di un IN2 Box Turner per che gira i prodotti che escono dalla piega-incolla a 90 gradi. In questo modo, il punto di colla sulle fascette protettive è rivolto verso l'alto quando ogni fila viene rimossa dal tappetto dell'Ergosa C e messa nella cassa. Con i punti di colla in alto, le pile sono più stabili e gli addetti all’imballaggio possono inserirle più facilmente nelle casse. Se i prodotti per l'imballaggio non hanno bisogno di essere girati, passano semplicemente attraverso il Box Turner.

 

Left to right: Tonino Dominici, OwnerMarie-Soleil Boutet, Sales Representative for Impack. Da sinistra a destra: Tonino Dominici, Proprietario Marie-Soleil Boutet, Rappresentante Vendite Impack.

Senza stress

I brevi tempi di allestimento sono un altro vantaggio dell’Ergosa C. "La produzione media delle fascette di protezione è di 1.000 unità. Cambiamo la configurazione della macchina fino a quindici volte per turno", dice Dominici, sottolineando la necessità di un rapido cambio di lavoro. Con l'Ergosa C, non ci vuole quasi nulla per cambiare il formato. "Il nostro tempo di setup con questa confezionatrice è praticamente nullo. È molto facile da usare e funziona in modo efficace. Inoltre, offre un ottimo rapporto qualità-prezzo. In più, la macchina funziona da oltre undici anni senza interruzioni", spiega Dominici.

La Box Marche ha un sistema di base installato in produzione, che funziona esclusivamente in modalità orizzontale. Le scatole "scorrono" dalla piega-incolla direttamente nell'Ergosa C, dove vengono messi dal personale addetto all'imballaggio in case posizionate a sinistra del trasportatore. Le casse vengono poi chiuse automaticamente e trasportate in un'area di pallettizzazione. Tutte queste fasi vengono completate senza alcuno stress per il personale. E poiché le casse sono posizionate più in basso nella Ergosa C, gli addetti all’imballaggio non hanno bisogno di sollevare ogni fila - possono semplicemente farla scorrere nella cassa. È sorprendente vedere quanto il processo di imballaggio possa essere semplice e fluido. Se i clienti arrivano a Box Marche con nuovi requisiti, il sistema può essere ampliato in qualsiasi momento per includere moduli aggiuntivi, come la modalità Pick & Place.

Imballaggio ergonomico

Un'altra delle specialità di Box Marche è il packaging bag-in-box premium per il vino. Le scatole sono realizzate in micro-flute laminato in tirature fino a 20.000 unità. Queste scatole lineare sono piegate e incollate sulla linea che finisce nel Virtuo Automatic Packer.

IMPACK ha progettato questo sistema compatto per scatole di cartone teso e cartone ondulato di medie e grandi dimensioni. Il Virtuo vanta anche un'alta facilità d'uso e versatilità. Ma soprattutto, alleggerisce notevolmente il personale quando riempie le casse con pesanti pile di queste scatole ondulate. Come per l'Ergosa, Box Marche beneficia dei brevi tempi di allestimento dell’Virtuo. La configurazione di questa macchina viene cambiata fino a cinque volte per turno.

 

The picking up of the banderoles from the Ergosa C universal packer is completely stress-free for Box March employees. Il prelievo delle fascette dall'Ergosa Universale Packer C è completamente privo di stress per i dipendenti della Box Marche.

All'inizio del 2019, il Virtuo è stato aggiornato con l'ultimo modello. "Il nuovo sistema funziona circa il 10% più velocemente. Con esso, possiamo imballare fino a 30.000 unità bag-in-box all'ora nelle casse", dice Dominici. Di conseguenza, anche la piega-incolla può funzionare più velocemente. La gestione delle casse, ad esempio, è stata ottimizzata per contribuire ad aumentare la produttività. Lo stesso vale per la sua migliore ergonomia, che si traduce in una maggiore facilità d'uso per i dipendenti. Grazie al trasportatore più lungo, hanno più tempo per alimentare le casse vuote al Virtuo. Anche l'altezza di lavoro della macchina è stata adattata, rendendo più facile per il personale addetto all'imballaggio la gestione delle casse.

Il Virtuo è equipaggiato l’IN3 Box Turner, che fornisce una maggiore flessibilità per il posizionamento delle scatole nelle casse. I prodotti bag-in-box vengono girati a sinistra o passano direttamente attraverso il Box Turner se la rotazione non è necessaria. In questi e in tutti gli altri aspetti, la macchina soddisfa ogni esigenza di Box Marche quando si tratta di imballare questi prodotti.

Oltre alle fascette protettive e ai prodotti bag-in-box, Box Marche produce una varietà di diversi tipi di imballaggi per i produttori di marca. A seconda dei requisiti di produzione, essi vengono elaborati sia dalla linea di piega-incolla con l'Ergosa che dal sistema con la Virtuo. Entrambe le macchine confezionatrici offrono il grado di flessibilità richiesto.

All'inizio del 2020, Box Marche installerà una terza linea di piega-incolla per scatole lineare e fondo automatico, che sarà probabilmente completata con un Ergosa.

 

Box Marche produces folding boxes of all kinds for various brand manufacturers. Box Marche produce scatole di ogni tipo per produttori di varie marche.

 

Modello giapponese

Dominici applica anche le più recenti pratiche di gestione basate sui principi del Toyota Production System (TPS), che mira alla massima produttività combinata con l'alta qualità e la puntualità delle consegne. I suoi investimenti in macchine per l'imballaggio dell’IMPACK sono in linea con questo approccio, in quanto questi sistemi sono ideali per supportare tutti e tre gli obiettivi del TPS. La leadership tecnica di Box Marche e l'attenzione alle partnership collaborative hanno ottenuto il riconoscimento del mercato. Oltre il 90% dei suoi circa 100 clienti sono fedeli all'azienda da molto tempo. Dominici vede un potenziale di crescita in paesi come Germania, Francia e Gran Bretagna.

Con i suoi 55 dipendenti, Box Marche produce imballaggi per l'industria alimentare, delle bevande, dei cosmetici, dei prodotti farmaceutici, degli accessori moda e degli articoli per la casa. L'azienda ha ottenuto numerosi riconoscimenti per le sue idee innovative di packaging. Box Marche esporta circa il 10% dei suoi prodotti in Danimarca, Svezia e altri paesi.

Leggi l'articolo originale sul sito web di Brunton Publications, pubblicato da Daniel Brunton il 12 dicembre 2019.